Nuove partnership per una presenza sempre più capillare all’estero

Con un export che oggi pesa tra il 70 e il 75% del fatturato (con un ulteriore incremento del 4% rispetto all’anno precedente), Celli continua a prestare grande attenzione ai nuovi mercati o a quelli emergenti, con una rete di partner commerciali in costante crescita.

È il caso della Turchia, paese nel quale Celli è da poco approdato grazie a una nuova collaborazione con un dealer che ha già richiesto diversi macchinari da rivendere sul territorio, in particolare fresatrici ed erpici pieghevoli, le cui caratteristiche di robustezza e affidabilità ben si sposano con i terreni duri che caratterizzano quell’area.

La rete si è ampliata anche con un nuovo partner in Svezia, che va a rafforzare la presenza ormai consolidata di Celli in Scandinavia, dove particolarmente apprezzate sono le soluzioni dell’azienda (soprattutto le fresatrici) progettate e realizzate per soddisfare le esigenze dell’agricoltura biologica.

A questi si aggiungono Paesi nei quali Celli sta rafforzando la propria presenza, come il Cile, e altri, come il Kazakistan, dove sono state vendute le prime macchine: nel paese asiatico, in particolare, è da poco stato recapitato, tra gli altri, un interrasassi Ares.

In tutto, oggi sono oltre 70 i Paesi del mondo nei quali Celli è presente con le proprie soluzioni, molte delle quali studiate su misura per soddisfare le richieste di mercati specifici: è sicuramente questa, d’altra parte, una delle chiavi del successo internazionale dell’azienda, oggi riconosciuta come uno dei principali player del settore della meccanizzazione agricola.

Desideri maggiori informazioni?

Compila il seguente modulo.

 
 

 

 
Cancel

Tecnici (necessari)

Chiudi

Cancel

Analitici (anonimizzati)

Chiudi

Cancel

Marketing (Youtube)

Chiudi

Cancel

Marketing (Google Maps)

Chiudi