Massima attenzione alle esigenze dell’agricoltura biologica

T190 BIO

Ad Agritechnica Celli ribadisce ancora una volta la propria attenzione alle esigenze dell’agricoltura biologica, sempre più diffusa in mercati come quello tedesco: ad Hannover, l’azienda porterà infatti due soluzioni che consentono una lavorazione minimale del terreno, grazie a specifiche tecniche appositamente studiate.

La prima è la Tiger 190 BIO, già testata con successo in molti Paesi del Nord Europa (oltre alla stessa Germania, anche Francia, Scandinavia e Svizzera), dove ha ottenuto ottimi consensi. Si tratta di una soluzione che presenta diverse caratteristiche tecniche (coppia di ruote anteriori gemellate, ventola con apertura maggiorata, rotore a 320 giri) che consentono di ottenere una regolazione estremamente precisa della profondità di taglio da 3 a 10 cm; mixando la massa organica tagliata con la terra, si ottiene così un effetto compost.

A questa si accompagna una novità da poco brevettata da Celli, la nuova versione della fresatrice ERGON 120 dotata di rullo anteriore: progettata specificatamente per la lavorazione interfila delle piantagioni di luppolo, caratterizzate da un terreno erboso, è in grado con il rullo di compattarlo efficacemente migliorando così il risultato del successivo taglio, e consentendo anche in questo caso di evitare il ricorso a diserbanti chimici.

Compila il seguente modulo per maggiori informazioni